La Panchina Gigante di Barengo (NO)

La Panchina Gigante numero 130

La Panchina Gigante di Barengo e il panorama novarese
La Panchina Gigante n° 130 di Barengo e il panorama novarese

La Panchina Gigante di Barengo, blu e rossa, è una delle ultime arrivate ma è già entrata nel cuore della popolazione locale, e ovviamente anche nel mio. Bella, semplicissima da raggiungere mi ha subito costretto a fare una piccola deviazione per andare a vederla.

In realtà non ho nemmeno dovuto deviare più di tanto… Ho approfittato di una giornata di lavoro nel Novarese e del bel sole di maggio per fare un po’ di statale passando dai paesini che in questi mesi ho imparato a gironzolare con un occhio nuovo. Così, sulla solita tratta Ghislarengo – Carpignano – Fara (obbligatoria visto che manca ancora il ponte distrutto dall’alluvione a Romagnano Sesia), si passa volendo anche da Barengo.

Piccola Grande Barengo

Barengo è un piccolo paesino su una leggera collina, le tipiche colline novaresi, soleggiate terre dove si coltivano importanti vitigni. (Non è lontana da qui Gattinara con il Nebbiolo sperimentale della Torre delle Castelle, nel vercellese). La strada costeggia il paese, tanto piccolo quanto ricco di oratori di origine romanica che in futuro vi mostrerò. Non manca nemmeno il castello, purtroppo privato e non visitabile, ma lo si vede benissimo dalla statale che porta a Cavaglio d’Agogna.

Vitigni di Barengo
Ciliegio
Ciliegi e vigneti… ottimo abbinamento!

Oggi però dobbiamo occuparci della Panchina Gigante che da alcune settimane è meta di nuovi visitatori. Il Big Bench Community Project continua la sua attività, con una nuova iniziativa, un crowdfounding per sostenere la nascita della nuova fondazione. Ma i fan del progetto sono tali e ovunque per cui anche il comune di Barengo ha deciso di ospitare una nuova Panchina Gigante.

la Panchina Gigante numero 130

Sopra la Panchina Gigante, la Capra Campa…

La nuova installazione si trova vicina al castello, in posizione panoramica e dominante, da dove si vedono tutti i tetti di Barengo, poi la vista spazia su tutta la pianura novarese. Si raggiunge in 5 minuti a piedi dal paese. Essendo un piccolo centro, ci sono strette vie e non molti parcheggi, ma del resto fa poco più di 700 abitanti circa…

Potete lasciare la macchina nella piazzetta del Municipio, come ho fatto io e salire sulla collinetta in breve tempo. Lasciata via Duca d’Aosta si sale per la strada vietata al traffico normale e che porta ai vari vigneti in alto. Tempo nemmeno 5 minuti e trovate l’indicazione sulla sinistra che indica la Panchina Gigante, in un bel prato panoramico.

Panorama novarese
carriola decorativa in posizione panoramica
carriola decorativa

E bravi barenghesi! (o barenghiani? boh…) Beh, bravi voi! Avete trovato un bel punto panoramico e creato una piccola area coloratissima, molto pulita e facile da raggiungere; punto ideale di osservazione per tutta la sconfinata pianura novarese.

Benvenuta dunque anche a questa nuova Panchina Gigante (ormai il conto è arrivato a oltre 140 panchine). Ricordo sempre il sito ufficiale delle Panchine Giganti e anche l’iniziativa di crowdfounding che si può sostenere liberamente.

Informazioni

Per chi volesse dormire in zona può spostarsi di pochi km. nella vicina Momo presso il bnb La Chiocciola da Laura, oppure presso il bnb di Maria Grazia. Anche per oggi invece è tutto. Come sempre l’appuntamento è a giovedi per le nuove cartoline sbiadite.

Cerea, neh!!

[Tutte le fotografie presenti in questo post, comprese quelle sfuocate e quelle brutte, sono tutelate dal diritto d’autore e non possono essere riprodotte altrove. Copyright PiemonteInOpel 2020]

4 thoughts on “La Panchina Gigante di Barengo (NO)

  1. Marcello says:

    Barenghesi, confermo! 🙂 Grazie per questa guida e per essere passata dalla Panchina di Barengo 😉

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *