Chiesa di S. Giovani Battista, Montorfano (VB)

chiesa-s.-giovanni-battista-montorfano
la chiesa romanica di S. Giovanni Battista a Montorfano

Tre chies is mej che uan

Eh sì, tre chiese sono meglio di una, dicono. Sarà, quello che è certo è che la chiesa romanica di S. Giovanni Battista a Montorfano merita decisamente la gita. Intanto perchè il borgo stesso, un po’ nascosto nelle verdeggianti colline del Verbano tra il Lago Maggiore e il Lago di Mergozzo, vale la pena di essere visitato.

Per raggiungerlo bisogna salire per circa 1 km. lungo le pendici dell’omonimo monte, il Montorfano (o Mont’Orfano). Il nome dovrebbe già suggerire qualcosa e, in effetti, la chiesa si è mantenuta in stato eccezionale grazie anche alla sua posizione isolata e nascosta. La strada asfaltata permette di arrivare fino al piccolo borgo, occhio solo ai parcheggi, perchè se ci andate di domenica o in alta stagione potreste non trovare un buco e doverla fare a piedi.

La chiesa di S. Giovanni Battista

La chiesa di S. Giovanni Battista si trova subito all’inizio della borgata e appare evidente nel suo splendore agli occhi del viandante. Ma, come ho detto prima in realtà ci sono ben tre chiese nello stesso luogo. Quella che vediamo oggi è la chiesa romanica, l’ultima in ordine di tempo. Risale al secolo XI/XII.

Gli scavi archeologici condotti negli anni ’70 e ’80 hanno portato alla luce però i resti di una chiesa primitiva, a tre absidi, di cui si vedono numerosi resti a fianco della chiesa romanica di S. Giovanni Battista. Oltre a questi vengono rinvenute tombe medievali, i resti di un altro edificio e reperti di epoca romana ed imperiale. Secondo gli studi questa chiesa precedente risale circa al VIII o IX secolo.

Storia antica…

fonte-battesimale
fonte battesimale ottagonale del VI secolo

Un documento ufficiale dell’ 885 cita la chiesa di S. Giovanni Battista all’interno di una donazione da parte di Reginaldo da Pombia, arcidiacono della chiesa di Novara, che dona un oliveto sito “in loco et fundo muregocio vicino alla terra sancti Iohannis”. Ulteriori scavi all’interno della chiesa riportano alla luce i resti di una pieve primordiale risalente probabilmente al VI secolo della quale oggi si può vedere il fonte battesimale ottagonale. Questa scoperta ha reso evidente l’importanza storica del luogo, dal momento che è probabilmente la più antica pieve di tutta l’Ossola.

Per quanto riguarda l’odierna chiesa di Montorfano, nella sua semplicità è molto particolare. E’ realizzata in petra, il tipico granito della zona, in stile romanico-lombardo a croce latina. Tra le sue caratteristiche spiccano le decorazioni degli archetti pensili, con fregi di figure antropomorfe, animali, rosette,… La facciata presenta un portale ad arco con una lunetta, molto semplice, senza particolari decorazioni. Il campanile a vela è di epoca più tarda.

l’interno della chiesa di Montorfano

interno-chiesa-montorfano
pala-altare

Anche l’interno è molto semplice. Risalta l’altare del con il tipico paliotto in scagliola dipinta del 1724 e la pala d’altare barocca, dipinta dal fiorentino Luigi Reali. Di notevole presenza, perché anomala nell’architettura romanica dell’Italia settentrionale, è l’abbondante presenza di mensole a reggere parti delle volte.

Montorfano non offre solo ‘antica chiesa di S. Giovanni Battista. Oltre al borgo si può salire lungo i vari sentieri che affrontano il monte, raggiungendo il Belvedere oppure le varie cave dismesse di pietra della zona.

Dove dormire?

Per chi volesse pernottare in loco per poter godersi con più calma il luogo, ecco le tre soluzioni di oggi prese a caso da AirBnb. Si può dormire presso l’appartamento Aquilone da Claudia o presso la casa Baitasole di Laura, entrambe nel borgo di Montorfano. Oppure ad esempio poco più sotto, a Fondotoce, presso la casa di Nicola tra la stazione e il lago. Ovviamente sono solo tre possibilità tra le molte disponibili in zona.

Informazioni

  • La chiesa è aperta durante le funzioni e in estate nel weekend. Meglio però informarsi presso Ufficio IAT (info e accoglienza turistica) C.so Roma, 20 – 28802 Mergozzo. Tel. 0323 800929
  • Mergozzo (VB), loc. Montorfano, strada provinciale via Montorfano. Si può arrivare sia a piedi tramite il sentiero che in auto. Parcheggio limitato

Anche per oggi è tutto, vi aspetto come sempre giovedì per le foto sbiadite e lunedì prossimo con un nuovo giro in Polentonia! Arvèdze!!

l’entrata custodita da un guardiano speciale 😉

[Tutte le fotografie presenti in questo post, comprese quelle sfuocate e quelle brutte, sono tutelate dal diritto d’autore e non possono essere riprodotte altrove. Copyright PiemonteInOpel 2020]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *