Chiesa di Santa Maria Maddalena, Burolo (TO)

Dal secolo XI adagiata su uno sperone roccioso

veduta-chiesa-santa-maria-maddalena-burolo
la chiesa di Santa Maria Maddalena a Burolo

Oggi torniamo nel Canavese e più precisamente a Burolo per la nostra consueta rubrica del giovedì. Non siamo lontani dal Ciucarùn che vi avevo raccontato tempo fa anzi, siamo esattamente sulla via opposta lungo la quale si trova il celebre campanile solitario. La cartolina odierna arriva dalla piccola chiesa romanica di Santa Maria Maddalena, costruita intorno al secolo XI e successivamente rimaneggiata.

Quella di Santa Maria Maddalena è una piccola chiesa romanica che viene aperta al pubblico saltuariamente. La strada panoramica a mezza costa che porta alle borgate superiori di Burolo permette di parcheggiare vicino e farcela vedere con calma. Tra l’altro vicino al parcheggio c’è anche un piccolo parco giochi per bambini e verdi prati tutt’intorno.

chiesa di Santa Maria Maddalena a Burolo
veduta della chiesa di Santa Maria Maddalena a Burolo

Struttura della chiesa di Santa Maria Maddalena, Burolo

Una delle sue caratteristiche peculiari è che si trova isolata rispetto al paese e soprattutto costruita su un grande masso erratico. Si tratta un affioramento roccioso probabilmente portato a valle dagli antichi ghiacciai e lì rimasto anche a seguito del suo ritiro. Siamo sempre lungo i declivi della Serra d’Ivrea, evidentemente un luogo ideale per l’edificazione della chiesa

Tipico di queste zone è anche il campanile in facciata, come quello delle vicine chiese di Chiaverano (S. Stefano) e Bollengo (Ss. Pietro e Paolo). Il campanile è di forma rettangolare, con due porte di accesso. Restaurato nel 1848 è in posizione obliqua, sicuramente per seguire la forma della roccia sulla quale posa. La struttura di Santa Maria Maddalena di Burolo è costituita da un’unica navata e da un edificio adibito oggi a sacrestia. In questa zona si trova l’affresco quattrocentesco attribuito al pittore marchigiano Domenico della Marca di Ancona che rappresenta due sante in croce, probabilmente Maria Maddalena.

facciata-chiesa-santa-maria-maddalena
facciata e campanile di Santa Maria Maddalena a Burolo

Sul lato nord della chiesa di Santa Maria Maddalena, c’è una lapide risalente all’epoca tardo-romana recante la data “anno 440 attestato dal Consolato di Valentiniano Augusto e di Anatolio”. Oltre alla data anche la scritta “negotiator Basilius del vicus Atarca”, probabilmente un negoziante di nome Basilio nativo della Siria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *