Sillavengo (NO): Chiesa di S. Maria Nova

Due chiese romaniche is mej che uan

Sillavengo, uno dei tanti comuni sperduti nella pianura novarese. Secondo i dati dell’ultimo censimento del 2010, in questo simpatico comune vivono ben 591 stoici abitanti. Non ci è dato sapere il motivo di questa scelta coraggiosa, fatto sta che a Sillavengo non ci si va, solitamente. Semmai si transita da questo paese per raggiungerne altri altrettanto sperduti e disabitati. (Va detto che questo concetto è estendibile al 95% dei comuni del Piemonte, più o meno)…

Fatto sta che non solo è un paesino vivo e vegeto ma include ben sette chiese nel raggio di pertinenza comunale, tra ufficiali e private. Così se qualcuno vi chiedesse, sappiate che ci sono le sette piaghe d’Egitto, i sette nani, le sette segrete e da oggi anche le sette chiese di Sillavengo, oh!!

Sillavengo: S. Maria Nova o S. Maria Vetere?

Ovviamente vi risparmierò lo stillicidio religioso e vi parlerò solo di una, che non è la più antica ma è probabilmente la più bella e ha sicuramente parecchio da raccontare: la chiesa di S. Maria Nova. (C’è anche quella di S. Maria Vetere, ma facciamo un’altra volta).

Ci ero già stato mesi fa a gennaio con la Rekord arancione, tanto per farla sgranchire, ma oltre a fare un freddo porco era ovviamente chiusa. Oggi, grazie alla signora Magda, agguerrita Sillavenghiana (o Sillavenghista) che si da da fare tantissimo per mantenere il suo paese vispo e arzillo con numerose manifestazioni e che mi ha gentilmente aperto le porte della chiesa, ve la mostrerò come si deve.

La Chiesa di S. Maria Nova a Sillavengo con la facciata intonacata
L'abside semicircolare della chiesa di S. Maria Nova a Sillavengo in stile romanico

Un po’ di storia…

S. Maria Nova risale circa alla fine del XIV secolo ed utilizzata nel tempo per scopi molto diversi, da oratorio a lazzaretto a deposito di guarnigioni di passaggio e di truppe durante la Seconda Guerra Mondiale. Non è infatti raro trovare buchi da proiettile sui muri e sugli affreschi, usati come bersaglio per casalinghi passatempi ludici in attesa della battaglia (100 punti per chi centrava un Gesù, 80 per una Madonna, 50 per i Santi e 20 punti per i personaggi minori).

All’inizio nasce come semplice oratorio, come conferma anche la dimensione dell’abside semicircolare all’esterno in stile romanico, con i ciottoli provenienti dal Sesia disposti a lisca di pesce e mattoni. La facciata esterna è decorata con affreschi, ormai purtroppo perduti. Successivamente si amplia innalzandone il tetto e costruendo il campanile la cui campana viene però rubata da quei lazzaroni dei francesi durante l’occupazione Napoleonica. Ma non gli bastava già la Gioconda??? No, dovevano pure fregarsi la campana di Sillavengo… ahhh che screanzati!!

Forse è per quello che Zidane ha dato una testata a Materazzi al Mondiale di Berlino! Lui gli deve aver detto “Ehi Zizou, ridacci la campana di Sillavengo!!” e Zidane deve aver reagito in quel modo… sì sì, è andata sicuramente così…

Affreschi da salvare!

Comunque sia e nonostante i vari pertugi nei muri, l’interno della chiesa è decisamente molto interessante, anche se i numerosi affreschi necessiterebbero di un restauro importante in modo da poterli preservare ancora. Devo dire che ho visto chiese in condizioni decisamente peggiori, però…

Il ciclo di affreschi si può dividere in due parti: quello all’interno dell’abside, con il sempreverde Cristo Pantocratore al centro e gli emblemi degli evangelisti ai lati. Sotto di esso il ciclo degli Apostoli con al centro una Madonna dal manto alzato e supplicanti in cerca di protezione sotto di lei.

Interno della chiesa di S. Maria Nova con gli affreschi nell'abside e intorno e l'altare decorato
Affresco absidale con Cristo Pantocratore e simboli degli Evangelisti
Affresco nell'abside della chiesa di S. Maria Nova con i simboli degli Evangelisti
S. Maria Nova, Sillavengo - Affresco absidale con Madonna con manto alzato e supplicanti sotto di lei

L’altare in mattoni è successivo alla costruzione della chiesa, risale circa al XVII secolo, con la pala superiore affrescata che rappresenta la Madonna con due santi (uno dei quali è san Giovanni) ed una sottostante Ultima Cena. Tutti gli affreschi sono ovviamente di scuola novarese.

L'altare della chiesa di S. Maria Nova in mattoni con resti di affreschi
Pala d'altare affrescata con la Madonna e due Santi
resti dell'affresco nell'altare con rappresentata l'Ultima Cena

Sopra l’altare, sul frontone, è presente il ciclo di affreschi più importante con una grande Passione e più in basso lo stemma della famiglia dei De Capitaneis che fecero costruire la chiesa a fine ‘400.

Ciclo di affreschi sul frontone sopra l'abside con una grande Passione rappresentata
Affreschi sulla parte destra del frontone a fianco dell'abside

Anche le pareti conservano numerosi resti di affresco, alcuni in condizioni ancora buone, altri decisamente meno; dove non sono arrivati i proiettili ci ha pensato l’umidità e il tempo.
Come vedete la chiesa al suo interno, nonostante abbia già subito un importante restauro, necessita ancora di cure per cui, chi volesse contribuire contatti il Comune di Sillavengo o eventualmente mi scriva via mail.

Resti di affresco con Madonna e bambino con i segni delle pallottole sparate durante la Guerra
Resti di affreschi sulle pareti della chiesa di S. Maria Nova rovinati dal tempo e dall'umidità

Informazioni

Per chi volesse addentrarsi nella megalopoli di Sillavengo e andare a vedere da vicina questa o le altre sei chiese (bisogna fare richiesta), oggi non suggerisco i tre soliti bnb ma una storica e bella azienda agricola e agriturismo, Tenuta Valtoppa, che include una delle sette chiese di Sillavengo, in questo caso Settecentesca e che ci ha ospitato per una sosta proprio durante il nostro giro in paese.

Anche per oggi è tutto, ancora un grandissimo grazie alla sig.ra Magda e alla sua disponibilità. Prossimo appuntamento, ovviamente giovedì con la tradizionale foto sbiadita in bianco e nero

Arvèdse!

[Tutte le fotografie presenti in questo post, comprese quelle sfuocate e quelle brutte, sono tutelate dal diritto d’autore e non possono essere riprodotte altrove. Copyright PiemonteInOpel 2020]

2 thoughts on “Sillavengo (NO): Chiesa di S. Maria Nova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *