Vignale Monferrato (AL): La Casa del Serpentello

Piccola casa, grande creatività

Tutti o quasi, almeno una volta nella vita avranno visitato il Parc Buell a Barcellona; se non si vuole andare così lontano si può visitare il Giardino dei Tarocchi in Toscana ma… quanti di voi hanno visto la Casa del Serpentello di Vignale Monferrato?

E soprattutto, cos’hanno in comune Gaudì, il Giardino dei Tarocchi e una sconosciuta abitazione del Monferrato? Teoricamente nulla, ma una cosa in comune in realtà ce l’hanno eccome: l’estrosa creatività dei loro creatori! Ovviamente siamo in Piemonte, per cui oggi vi racconto una curiosità legata al piccolo ma splendido borgo di Vignale Monferrato.

Salendo a Vignale Monferrato
Salendo a Vignale Monferrato

E se fosse una partita di calcio? Barcellona-Vignale… suona bene! Lionel Messi contro Luciano Serpentello! beh, magari non esageriamo stavolta… 😉

Siamo nel cuore del Monferrato, quindi terra di colline e vigneti, e infatti anche qui i celebri Infernot non mancano di certo. Non mancano ovviamente chiese antiche, palazzi storici e neppure Panchine Giganti ma, come primo racconto di Vignale, voglio iniziare da una semplice abitazione privata.

Luciano Serpentello da Vignale Monferrato

Arrivando a Vignale, se lasciate la macchina in uno dei parcheggi più in basso e vi lasciate trasportare dalla tranquilla atmosfera dei piccoli paesi delle colline piemontesi, passeggiando tra le vie è facile imbattersi nella Casa del Serpentello. Quando l’ho inserita nei miei appunti di viaggio tra le cose da vedere non immaginavo certo che il nome della casa derivasse dal suo proprietario.

Luciano Serpentello è stato un abitante di Vignale, vissuto a cavallo del ‘900. Un semplice contadino come tanti, ma con uno spiccato senso artistico, talmente spiccato da decidere di decorare la facciata della propria abitazione in via Garibaldi al 91.

Di case decorate ce ne sono tante, per carità! ma probabilmente come questa nessuna. Camminando lungo la via, arrivando dal Parco della Rimembranza (altra creazione del Serpentello che vi mostrerò più avanti) ci si imbatte nella sua abitazione, sulla sinistra.

Una casa un po’ particolare

La casa del Serpentello a Vignale Monferrato

Molto probabilmente all’interno l’abitazione sarà una normalissima casa di due piani, con porte, stanze, comuni mobili, non lo saprò mai. Quello che conta è la facciata della casa, con formelle di argilla decorate a rilievo con immagini di ogni tipo, alternate ad altre dipinte più semplicemente o grezze.
L’impatto visivo è estremamente piacevole e magari ingenuo nel suo stile semplice ma la ricchezza di simboli rappresentati attira il visitatore al tal punto da farlo fermare lì davanti, a bocca aperta e sorridente a controllare quante immagini siano rappresentate in questa sorta di parete alla Gaudì

Le decorazioni della casa del Serpentello

E dunque, si va da immagini della vita contadina della zona con tanto di strumenti agricoli di ogni tipo (pale, forconi, falcetti,…) a formelle con rappresentazioni di vigneti e vendemmie. Arti e mestieri in forma visiva che raccontano la dura vita contadina. Ma il progresso tecnologico incombe, ecco allora anche una trebbiatrice con motrice a motore e pure una Fiat 509! Siamo nelle prime decadi del ‘900, il progresso sta trasformando velocemente città e paesi, la frenesia delle (poche) automobili che magari si vedono sfrecciare da queste parti dove fino a poco tempo prima i veri locomotori erano rappresentati da muli e cavalli.

particolari della casa del Serpentello

Tra una mattonella e l’altra saltano poi all’occhio immagini più bizzarre o “acculturate”, una tromba, un mini-busto di Dante, un crocefisso, un treno, per finire con la Torre di Pisa, la Mole di Antonelliana e l’immagine della cattedrale di San Giusto di Trieste datata 2300 (?!?!)

Una dedica per i posteri

Beh, poteva mancare a questo punto un simpatico busto dell’artista che oltre a vegliare sui passanti col suo faccione baffuto lascia anche una dedica per noi turisti della domenica? Certo che no! Ecco dunque, a fianco del busto di Luciano Serpentello la seguente nota: “Non v’è né arte né simmetria / unico pregio la fantasia / in pochi anni di mia vita / da me quest’opera venne compita / se non bella è originale / ed è difficil trovar l’eguale / un contadino vi ha posto mano / tal Serpentello signor Luciano“.

il busto di Luciano Serpentello e la sua dedica

Con grande modestia e umiltà ma pure con un’ottima manualità, il nostro amico Luciano Serpentello lascia alla sua Vignale Monferrato una testimonianza di grande creatività e originalità… e pure simpatia, dai.

Che poi, tutto il “reticolato granuloso” che divide le varie formelle e incornicia porte e finestre, ci va pure un bel po’ a realizzarlo: cemento mescolato a ciottoli e frammenti di carbone. E rimanendo affascinato da tutto questo brulicare di decorazioni, non avevo nemmeno notato che la forma di finestre porta richiamano sicuramente un edificio storico, cosa tutto sommato probabile vista la storia del borgo stesso.

Insomma, c’è ancora molto da dire su Vignale Monferrato, ma intanto un primo tassello l’abbiamo messo. E rispetto alle solite chiese e castelli, la Casa del signor Serpentello è sicuramente un’insolita novità davvero piacevole. Una specie di libro aperto o, se preferite, un balzo indietro nel tempo e nello spazio alla scoperta di un mondo antico visto con l’occhio di un semplice contadino del Monferrato. Uno come tanti… forse.

formelle di argilla intervallate da una decorazione in cemento e ciottoli

Dove dormire a Vignale Monferrato

Vignale Monferrato e i dintorni hanno molto da offrire in termini di ospitalità. Vi metto qui i collegamenti ai 3 bnb che ho preso da AirBnb un po’ a caso… c’è l’intero appartamento presso il bnb Anticoborgo da Renato, e la stanza privata presso Ca’ Cima, da Francesca, sempre a Vignale. E se tutto questo non bastasse c’è anche la stanza privata presso La Rocca Vineyards, da Nico, Tracey e Ela.

Per questo lunedì e tutto, appuntamento a giovedì con le foto sbiadite!

Arvèdze!

[Tutte le fotografie presenti in questo post, comprese quelle sfuocate e quelle brutte, sono tutelate dal diritto d’autore e non possono essere riprodotte altrove. Copyright PiemonteInOpel 2020]

2 thoughts on “Vignale Monferrato (AL): La Casa del Serpentello

  1. Lorenzo C. says:

    La decorazione della facciata ricorda un po’ le grotte dell’isola Bella. Il Serpentello e i Borromeo avevano gusti simili 🙂 Se non ci sei stato, provvedi… ti ispireranno!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *