Cartoline da… San Genuario (VC)

San Genuario neo-realista

Senza tutte queste invasive ma ormai inevitabili parabole e antenne la cartolina di oggi avrebbe potuto rappresentare degnamente il set di un film neo-realista italiano; siamo nella bassa vercellese, vicino a Crescentino, in una via del paese di San Genuario immortalata una domenica mattina del settembre scorso, completamente deserta, perfettamente in posa per lo scatto.
Alle mie spalle, proprio al termine della via sorge il castello dei Tizzoni, costruito nel 1419 da Giacomo Tizzoni il quale, grazie all’intercessione del cugino abate, ottenne da Papa Martino V l’investitura e la cessione di metà del territorio di San Genuario a patto che vi edificasse un castello per proteggere il monastero già presente, la popolazione e i raccolti.

Grazie a un notevole lavoro di restauro e manutenzione iniziato a fine anni ’90 oggi il castello, di proprietà privata, è tornato a splendere e lo si può vedere sia da via Benso, sia dalla provinciale SP85 che attraversa il paese in direzione Sud.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *