Arte e Ceramica a Castellamonte (TO)

Per le cartoline sbiadite in bianco e nero di questo giovedì ci spostiamo a Castellamonte, piccolo centro del Canavese a una 40ina di km a Nord-Est di Torino, dove la ceramica è ancora la protagonista assoluta. Come suggerisce la parola stessa qui c’è un castello sopra un monte. E in effetti c’è stato. Con la tipica urbanistica del borgo medievale, il castello dei Conti San Martino dominava la città, protetto dalle sue mura con 7 porte di accesso.

Oggi di tutto questo rimane poco, qualche tratto di mura e una delle porte di accesso. E del castello pochi ruderi, sostituito da costruzioni più recenti. Ma oggi non ci occupiamo di castelli e ruderi bensì di arte ceramica.

arco-di-pomodoro
l’Arco di Pomodoro a Castellamonte
arco-di-pomodoro-castellamonte

La Ceramica…

Castellamonte è celebre infatti per la produzione di manufatti in ceramica, famosa soprattutto per le stufe, costruite con questo materiale. Già dal XVI secolo qui inizia a diffondersi la produzione di ceramica e di stufe che finiscono, nel secolo successivo, a scaldare dimore storiche e nobiliari del Piemonte. Il successo e la produzione galoppano a grandi falcate fino agli inizi del ‘900, quando inizia a diffondersi il riscaldamento centralizzato nelle case.

Nonostante vengano man mano sostituite, le stufe di ceramica di Castellamonte rimangono un vanto per l’artigianato locale e l’amore per la ceramica da vita a una vera e propria mostra annuale che porta ogni anno artisti da tutto il mondo ad esibire le proprie opere dedicate a questo materiale.

… e l’Arte

La città di Castellamonte invita anche celebri artisti che danno il lor contributo. E proprio nel centro della piccola città canavesana si possono ammirare due grandi opere di celebri artisti internazionali, Arnaldo Pomodoro e Ugo Nespolo.

In Piazza Martiri della Libertà, di fronte alla gigantesca Rotonda Antonelliana (ve ne parlerò poi), potete passeggiare sotto l’arco di Pomodoro. Un arco con un raggio di ben 6 metri e composto per ogni faccia da 7 formelle in cotto decorate, alternate ad altre lisce. Questa grande installazione è realizzata dall’artista Arnaldo Pomodoro in occasione della XXXV° Mostra della ceramica del 1995.

monumento-alla-stufa-nespolo
nespolo-monumento-stufa

A un centinaio di metri circa, in Piazza della Repubblica, giace invece la Stufa di Ugo Nespolo, un’imponente installazione in cemento armato, coperta da formelle in ceramica disegnate dall’artista biellese Ugo Nespolo, realizzate dagli artisti ceramici Sandra Baruzzi e Guglielmo Marthyn con il supporto degli allievi dell’Istituto d’Arte Felice Faccio di Castellamonte e poi cotte nelle fornaci dell’impresa artigiana La Castellamonte. L’opera omaggia la grande tradizione artigiana di Castellamonte nel campo della ceramica.

[Tutte le fotografie presenti in questo post, comprese quelle sfuocate e quelle brutte, sono tutelate dal diritto d’autore e non possono essere riprodotte altrove. Copyright PiemonteInOpel 2020]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *